Assange un’autorità?

Dal vostro corrispondente (temporaneo) a Brighton, East Sussex, UK

Sono in Inghilterra da appena tre giorni e già ho potuto leggere sul “Guardian” (centro-sinistra) del rischio di un’irruzione delle forze dell’ordine britanniche all’interno dell’ambasciata ecuadoriana per prelevare Assange; un eminente diplomatico inglese spiegava chiaramente come un tale atto potesse creare anzi, avrebbe creato, un precedente che avrebbe cancellato de facto l’immunità diplomatica dal mondo, permettendo arresti e catture di ambasciatori e rifugiati politici. Oggi ho anche potuto leggere, sempre a proposito del fondatore di Wikileaks, un curioso articolo dell’ “Indipendent” (sinistra) in merito al discorso tenuto dal balcone dell’ambasciata ecuadoriana a Londra. Il giornalista non descriveva il contenuto di tal discorso ma evidenziava l’oculatezza che Assange ebbe nel scegliere il luogo in cui parlare: “Un videomessaggio corto e di scarsa qualità l’avrebbe fatto sembrare colpevole, una lettera pubblica sarebbe stata noiosa, un discorso sullo stipite della porta avrebbe allertato la polizia londinese che lo avrebbe scortato in Svezia, dove sarebbe stato processato per i suoi presunti abusi sessuali, che lui nega. Il balcone calzava perfettamente per l’occasione:in una posizione elevata, visibile e autoritaria, protetto dietro le balaustre ornate e vicino alla bandiera dell’Ecuador”. L’articolo continua descrivendo casi simili che confermano l’autorevolezza di tale posizione – l’esempio più vicino a noi è il Papa – effettivamente Assange ha voluto lasciare un messaggio agli Stati Uniti e all’UK: ci sono ancora personaggi in grado di opporsi a paesi autoritari e all’occasione, in molte occasioni, imperialisti. Certo ora non è possibile neanche fare un discorso stile Bin Laden ma una volta un eminente presidente statunitense disse: “Un apparato militare eccessivo è oltremodo pericoloso per la democrazia di una repubblica”, ora, estendete il concetto anche ai servizi segreti e fatevi due conti su forze armete e spie americane, inglesi ma anche di altri paesi e preoccupatevi.

Nda:scritto il 21 agosto.

Annunci

7 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Sendivogius
    Ago 22, 2012 @ 18:30:09

    …una volta un eminente presidente statunitense disse:”Un apparato militare eccessivo è olremodo pericoloso per la democrazia di una repubblica”…

    Dwight Eisenhower?

    Rispondi

    • riccardog
      Ago 23, 2012 @ 10:00:06

      No no…. (a parte il fatto che considero forse Wilson l’ultimo presidente USA stimabile ma queste sono opinioni mie), e` una citazione attribuita a Washington se non erro.

      Rispondi

      • Sendivogius
        Ago 23, 2012 @ 19:06:15

        Hai perfettamente ragione. E, siccome sono per natura curioso, ho cercato informazioni in dettaglio:
        Sono le parole che George Washington pronunciò il 19/09/1796 nel suo “Discorso di Commiato”.

        In merito al presidente Wilson, se è il Woodrow che conosco io, personalmente l’ho sempre detestato (un’antipatia a pelle fin dai tempi delle scuole medie), reputandolo un ipocrita pallone gonfiato di retorica…
        Originariamente, il giudizio critico era circoscritto ai pessimi risultati della Conferenza di Versailles del 1919, che gli valsero pure il Nobel per la pace (a dimostrazione di quanto il “premio” sia inutilmente sopravvalutato).
        Poi col tempo, ho affinato la conoscenza del personaggio: un razzista convinto, protettore del KKK; un populista ante-litteram che si scaglia contro i vecchi circoli elitari ed accedemici (che non lo sostengono), ma non disdegna l’appoggio delle oligarchie finanziarie (il banchiere JP Morgan su tutti).
        A Wilson si deve anche la svolta altamente repressiva sulle politiche immigratorie negli USA, che iniziano a valutare gli ingressi con requisiti prettamente razziali, con l’introduzione di norme fortemente discriminatorie a seconda dei paesi di provenienza. Vero precursore in tutti i sensi, sotto la presidenza Wilson si struttura in pianta stabile la politica di interventismo neo-imperialista in America latina; Reagan e Kissinger sono solo dei modesti principianti al suo confronto.
        Ma a Wilson si deve anche l’introduzione delle prime norme anti-sindacali e l’inizio del sistematico sradicamento di ogni movimento progressista o lontanamente di ‘sinistra’ negli USA (vale su tutti ricordare il Massacro di Ludlow). Le prime misure contro i “radicali” vengono introdotte sotto la sua presidenza. E sempre sotto Wilson si hanno le persecuzioni e le deportazioni di massa con i grandi rastrellamenti ad opera del ministro della giustizia A.M.Palmer (i famosi “Palmer Raids”), inaugurando una politica repressiva che toccherà il suo apice col suo successore: il presidente Warren Harding.

        🙂 No, decisamente ho una pessima stima di T.W.Wilson.

  2. riccardog
    Ago 24, 2012 @ 10:02:37

    Ah questo lo so bene, a livello di politica interna e` stato un grande stronzo, J. Edgar non sarebbe stato nulla se non ci fosse stato lui ma a livello di politica estera e` stato l’ultimo presidente a non rompere le scatole seriamente agli stati esteri (poteva fare di peggio nella prima guerra mondiale, vedi gli USA dopo la WWII hanno colonizzato meta` asia e quasi tutta l’Europa).

    Ah comunque circa il 90% dei politici USA sono ipocriti XD

    Rispondi

  3. Sendivogius
    Ago 24, 2012 @ 18:15:27

    E su questo, come su moltissimo altro, non posso che essere pienamente d’accordo.

    Rispondi

  4. Dunhill
    Set 09, 2012 @ 22:19:56

    giusto una precisazione: il papa si affaccia alla finestra, non dal balcone. http://www.adnkronos.com/IGN/Assets/Imgs/P/PapaAngelus_adn–400×300.jpg

    Rispondi

  5. riccardog
    Set 09, 2012 @ 22:44:42

    Hai ragione, devo aver tradotto male io o l’immagine di Assange sull’articolo mi ha messo in testa l’idea di balcone, grazie 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: