Il Movimento 5 Stelle candida Francesco Perra in Sardegna

Immagine

Francesco Perra, 48 anni, candidato grillino in Sardegna

Il Movimento di Beppe Grillo e Casaleggio ci ha abituati, negli ultimi anni, a pericolosi scivoloni dei propri candidati (ecco perché Grillo non li manda in tv). Il voler mettere insieme cittadini dalla vaga identità politica e senza il minimo controllo di una struttura classicamente di partito, causa sempre qualche intoppo, se ricordate è questo il caso che vi raccontammo qualche settimana fa su questo blog, riguardo la porno attivista del Movimento 5 Stelle. Altro problema, dunque, in casa Grillo, questo è il caso di Francesco Perra, 48 anni, di Quartu, candidato in Sardegna.

Il candidato grillino, che ha vinto le parlamentarie in Sardegna (quelle dove hanno votato poche migliaia di persone), è passato alla storia per alcune dichiarazioni omofobe simili a quelle di un personaggio non molto abituato al bon ton (Giovanardi), Perra in diretta tv dichiarò: “Da che mondo è mondo i matrimoni sono tra uomo e donna, non immagino matrimoni tra omosessuali, a questo punto facciamo anche sposare gli animali”. Dichiarazione che fece il giro del web in poche ore, diventando virale, tanto da finire su tutti i giornali online. Il Movimento 5 Stelle dichiarò di non essere omofobo, ma esprimeva vaghe posizioni favorevoli anche sui diritti civili, ma si tratta dello stesso Movimento che appartiene a Beppe Grillo che con quegli argomenti non ci va molto d’accordo, basti ricordare le famose dichiarazioni sulla cittadinanza ai migranti e ai loro figli, senza dimenticare che al Movimento possono iscriversi solo italiani, non “stranieri”.

Un problema, questo, che il programma del Movimento non tratta, infatti, tra i tanti punti che non ci sono, Beppe Grillo non parla dei matrimoni omosessuali e non parla della cittadinanza ai migranti. Piccoli segnali che fanno capire bene l’orientamento strano di questo Movimento che ultimamente si è reso famoso per le aperture a Casapound. Un argomento rovente che ha suscitato la rabbia di tanti web-attivisti (la politica, però, si fa in strada, questo ricordiamolo sempre), tanto da sconvolgere i tanti antifascisti del Movimento che dopo quegli avvicendamenti hanno abbandonato Grillo.

Il caso di Perra, anche se non sarà eletto vista la sua posizione in lista (ma è emblematica la sua candidatura), farà discutere ancora il web, di certo è una delle tante candidature impresentabili, politicamente parlando, di queste elezioni. Si evince, dunque, che il “non essere di destra, non essere di sinistra, non essere di centro” può causare mostri del genere. Il movimento, su questo tema, ci ha abituato a tutto.

Luca Mullanu

La performance di Francesco Perra, tratta dalla propria pagina di presentazione sul sito del Movimento:

Annunci

141 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. piero
    Feb 07, 2013 @ 20:20:16

    solito articolo da giornalino della scuola!! facile criticare un programma quando altre forze politiche neanche lo hanno il programma!! forse pensate che maroni o casini permettano i matrimoni omosessuali?? poveri illusi almeno il m5s prenderebbe in considerazione un referendum e senza quorum il popolo direbbe la sua!!

    Rispondi

  2. eli
    Feb 07, 2013 @ 21:02:14

    “omofobo” ormai è un’etichetta che non si nega a nessuno che non faccia salti di gioia all’idea di equiparare il matrimonio a una unione, condizione in cui il genere non ha alcuna rilevanza.
    Non è assolutamente fobia, intravedere la prossima richiesta di equiparare il “matrimonio” monogamico alla poligamia; casi di esibizionisti che hanno chiesto di sposare il loro cane ci sono già stati e non ci sarebbe più alcuna ragione per riservarlo alle persone umane.
    Quello che effettivamente può provocare una giusta “fobia” , o meglio terrore, è la sventata leggerezza con cui la parte loquace della comunità omo affronta l’argomento. Basta discutere con una persona seria che vie un orientamento omosessuale per accorgersi che di questa campagna pro matrimonio gay è infastidita e vuole finalmente una legge sulle unioni civili. Una legge che valga al di fuori della coppia amorosa, anche per persone che scelgono di vivere insieme per parentela, amicizia ecc.

    Rispondi

    • Mauro
      Feb 08, 2013 @ 08:41:55

      Mi spiace ma non concordo.
      La storia delle unioni civili è la foglia di fico dietro cui nascondere la legge che dovrebbe regolare le unioni gay. Le coppie eterosessuali non hanno alcun bisogno di una legge che regoli le unioni fuori dal matrimonio. Quando un uomo e una donna decidono di convivere e non sposarsi lo fanno per scelta e non per una lacuna legislativa. Se vogliono reclamare diritti e impegnarsi su dei doveri, possono sposarsi. Non è necessario fare il matrimonio alla Carlo e Diana, quindi nessuno provi a tirare fuori il fattore economico. Sposarsi in comune costa due soldi. Il problema non si pone nemmeno con amici e parenti, primo perché le parentele sono già normare sul fronte diritti e doveri, secondo perché con gli amici è possibile porre in essere qualunque genere di rapporto, anche normato a contratto, che conceda diritti e doveri. Ovviamente fanno eccezione i diritti e i doveri propri del matrimonio, ma del resto se uno volesse riconoscere tali diritti si sposerebbe. E quindi torniamo a bomba, l’unico problema sono le unioni gay, e l’unica soluzione seria è estendere l’istituto del matrimonio civile anche alle coppie omosessuali. C’è poco da ballarci intorno. 🙂

      Rispondi

    • chris
      Feb 12, 2013 @ 18:25:09

      te mesa che nn c hai le idee molto chiare

      Rispondi

      • chris
        Feb 12, 2013 @ 18:29:43

        ovviamento riferito all’insensatezza del commento di eli, complimenti a quello di mauro

  3. alessandro
    Feb 08, 2013 @ 03:37:12

    allora caro aldo….questo perra puo dire quello che vuole….il movimento5stelle se andrà al governo per la questione dei gay come mille altre cose…farà un referendum senza quorum…cosi deciderà il popolo se è giusto ke i gay si sposino o no…punto e basta il resto sono chiacchere…..il tuo tono in una discussione virtuale ti qualifica quindi direi che non niente da aggiungere. 🙂 facile insultare digitando dei tasti tramite un monitor…. sarei proprio curioso di vedere la tua faccia ahahahahahaha 🙂

    Rispondi

  4. Trackback: La polemica sul candidato omofobo del M5S | OKGAY
  5. Trackback: Italia Gay » La polemica sul candidato omofobo del M5S
  6. Lorenzo
    Feb 08, 2013 @ 12:42:31

    Grazie per questo articolo

    Il tipo sarà tenuto sotto controllo ora, prima che faccia stronzate.

    Rispondi

  7. Lorenzo
    Feb 08, 2013 @ 12:52:54

    Le aperture di casapound dimostratele però oggettivamente, ad esempio mostrandomi candidati iscritti a casapound che sono candidati nei 5 stelle non un minuto di video tagliato ad arte.

    Rispondi

  8. RITA ROSA TORRINI
    Feb 08, 2013 @ 14:45:49

    bravo lorenzo sono d’accordo con te!!!! ora si attaccano sempre a questa apertura di casapound!!!

    Rispondi

  9. Giorgio Alessandrini
    Feb 09, 2013 @ 00:33:09

    Rispondi

  10. Andrea Atzori
    Feb 09, 2013 @ 11:29:32

    Attenzione il Movimento 5 Stelle è ufficialmente a favore delle nozze gay.La posizione di Perra non rappresenta quella del Movimento che potete leggere a pag.21 del programma Nazionale, a questo link http://www.scribd.com/doc/120959932/Giornalino-Nazionali-2013 .Vi invitiamo a correggere il vosto post, grazie.

    Rispondi

    • Sara
      Feb 13, 2013 @ 19:27:22

      Ciao Andrea, ma perchè se guardo nel programma nazionale del M5S scaricabile dal sito ufficiale non c’è quello che dice quel link? A quale programma si riferisce?! è forse un regionale? Da dove viene fuori?!

      Rispondi

  11. авиабилеты в Венесуэлу
    Apr 23, 2013 @ 07:30:39

    Awesome blog! Is your theme custom made or did you download it from somewhere?
    A design like yours with a few simple adjustements would really make my blog jump out.
    Please let me know where you got your design. With thanks

    Rispondi

  12. Terrell
    Lug 03, 2013 @ 21:37:02

    Property dealers in Panama are making a good business selling dwellings and abodes that
    fit their budget and suit their liking. Typically, you need to determine the amount
    of money for your home. The days of just listing a property and then hoping
    that it will sell or lease are over.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: